INTERPRETAZIONE DELL’ART. 8, COMMA 3 LETTERE a) e b) E DELL’ART. 10, COMMI 1, 2, 3, 5 E 7 DEL CCNL II BIENNIO 2000-2001

 

Tra l’Azienda USL di Modena e le Organizzazioni sindacali e le RSU dell’area Comparto si conviene e si concorda che (stante le difficoltà interpretative) nel caso in cui l’ipotesi di CCNL del 2° biennio economico 2000-2001 rimanga nella stessa stesura siglata dalle parti in data 7 giugno 2001 con particolare riferimento agli artt. 8, comma 3 lettera a) e b), 10, commi 1, 2, 3, 5 e 7, viene data la seguente interpretazione vincolante per le parti e per tutto il personale dipendente rientrante nella relativa casistica:

Incarico di caposala su posto vacante in essere al 31 agosto 2001 e con reali funzioni di coordinamento: le indennità di cui ai commi 2 e 4 dell’art. 10 è attribuita sino alla scadenza dell’incarico conferito;

Incarico di caposala supplente di caposala titolare di reali funzioni di coordinamento: le indennità di cui ai commi 2 e 4 dell’art. 10 sono attribuite al supplente sino alla data in cui perdura l’incarico di supplenza;

Incarico su posto vacante e/o di supplenza di collaboratori professionali sanitari degli altri profili e discipline diversi da quello di caposala, nonché di collaboratori professionali – assistenti sociali – già appartenenti alla categoria D ai quali sia riconosciuto con atto formale lo svolgimento di attività di coordinamento alla data del 31 agosto 2001 si applica quanto previsto dai precedenti punti 1) e 2), fermo restando che al rientro del titolare tali indennità competono a quest’ultimo;

al personale del ruolo sanitario proveniente dalla categoria C cui sia riconosciuto formalmente l’espletamento di funzioni di effettivo coordinamento ai sensi dell’art. 8 commi 4 e 5 alla data del 31 agosto 2001, le indennità di cui ai commi 2 e 4 dell’art. 10 competono sino a quando, nel rispetto dell’assetto organizzativo che sarà oggetto delle dovute trattative, non saranno concluse le eventuali selezioni;

dato atto che il CCNL 2° biennio economico all’art. 8, comma 3 lettera a), fa riferimento per le trasformazioni ai posti della dotazione organica ed acclarato che questa Azienda in sede di negoziazione di budget definisce la dotazione organica dell’esercizio con decorrenza dal 1° gennaio di ogni anno, al fine di non generare incomprensibili sperequazioni, la deroga di cui all’art. 8, comma 3 lettera b), si applica anche al personale (ruolo sanitario) dipendente – categoria C – alla data del 1° gennaio 2001 che a mezzo concorso abbia acquisito il profilo della categoria D dal 1° gennaio 2001 al 31 agosto 2001.

E’ fatto salvo tutto quanto previsto dai commi 5 e 6 dell’art. 10.

LA DELEGAZIONE TRATTANTE

LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI E RSU

Firmato Enrico Contini

Firmato Gallo Cosimo

" Ivan Cavallo

" FPS CISL Giuseppe Belloni

" Giorgio Lenzotti

" FPS CISL G. Ferrara

 

" FP CGIL Donatella Borghi

 

 

La presente intesa si intende ratificata con la sottoscrizione dell’elenco dei dipendenti ai quali viene attribuita la formale e/o reale funzione di coordinamento alla data del 31 agosto 2001.

LA DELEGAZIONE TRATTANTE

LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI E LA RSU

Firmato Enrico Contini

Firmato FPS CISL G. Ferrara

" Ivan Cavallo

" FP CGIL Donatella Borghi

 

" Gallo Cosimo

 

" Giuseppe Belloni

 

" P. Costantino RSU CGIL